Agustín Barrios-Mangoré fu un compositore e chitarrista paraguayano nato a San Juan Bautista de las Misiones il 5 Maggio 1885 e deceduto a San Salvador il 7 Agosto 1944.
Barrios fu molto conosciuto sia in America latina sia in Europa specialmente per le sue fenomenali esecuzioni ed è tuttora considerato uno dei più grandi virtuosi della chitarra di tutti i tempi.
La sua opera può essere divisa in due filoni principali: il folclorico ed il classico romantico. Nel primo Barrios desiderò esaltare la musica tradizionale della sua terra natia e nel secondo scrisse brani in stile classico romantico talmente belli da essere considerato lo Chopin della chitarra.
Tra le composizioni romantiche si trova anche Julia Florida, scritta nel Dicembre 1938 durante il soggiorno di Barrios in Costa Rica. Presumibilmente questo fu un periodo difficile per il compositore dovuto a malesseri continui ed al susseguirsi di ingaggi troppo sporadici.
Julia Florida fu dedicata dal compositore alla nipote Julia Martinez del suo allievo Francisco Salazar. Il musicologo Richard Stover, specialista di Barrios, scrisse in una email al chitarrista Benjamin Verdery: “Incontrai Julia in Costa Rica. Mi raccontò che Barrios fumava molto ed era molto nervoso. Forse perché lei era bellissima e lui, pur desiderandola, non riuscì a conquistarla… o forse sì? Julia non mi confessò mai se ci fu qualcosa tra di loro, ma io suppongo… Perché Julia veniva chiamata dalla sua famiglia “Julia Florida”? Lei crebbe molto velocemente durante l’ adolescenza, “sbocciò” o “fiorì” molto prematuramente (“florida” significa “fiorita” da “florecer” = “fiorire”).”

Apprezzate anche voi una delle interpretazioni più belle di questo brano che il Maestro Wolfgang Weigel registrò per il Guitar TV World nell’ Ottobre 2014 a Münster in Germania.

Clip: Weigel interpreta Barrios